Roberto Campolo nasce nel 1988 a Messina, città ricca di storia e di arte.
La sua vena artistica emerge in seguito ad un tragico avvenimento: la morte dell’amato zio.
Da quel momento, come un fiore riesce a farsi strada nall’asfalto, la sua creatività riesce a farsi strada nel dolore.
Le sue tele diventano pagine su cui riscrive un mondo migliore, fatto di quiete, colori e maestosi paesaggi, con i quali in seguito parteciperà a diverse mostre provinciali e regionali.
Seppur autodidatta, le sue tecniche pittoriche migliorano giorno dopo giorno, abbandonando presto lo stile “informale” con il quale inizia per dedicarsi interamente al paesaggio “irreale”.
Le sue capacità spiccano nella mescolanza dei colori grazie al quale il suo stile è facilmente riconoscibile.